logo-rgb-neg_iuraecon advisor

DL Coesione: aiuti a giovani disoccupati per mettersi in proprio

Tra le novità del Decreto Coesione contributi a fondo perduto e consulenze per l’avvio di attività a giovani svantaggiati, nel Nord e Centro Italia. Vediamo di cosa si tratta.

Il decreto-legge 60 2024 pubblicato in Gazzetta ufficiale il 7 maggio scorso e attualmente in corso di conversione in legge,  ha introdotto  disposizioni urgenti in materia di politiche di coesione nazionale mirati a ridurre i divari  sociali e territoriali. Oltre a misure collegate all’attuazione degli interventi finanziati dalla politica di coesione 2021-2027, sono  presenti anche misure di sostegno per l’occupazione in particolare di donne e giovani, sia nella forma del lavoro autonomo che del lavoro dipendente.

Vediamo di seguito in particolare gli articoli che si occupano dei finanziamenti per favorire l’autoimpiego nel Nord e Centro Italia ovvero per  l’avvio di attività di lavoro autonomo riservati a giovani under 35 disoccupati o in condizioni di svantaggio .

1) Voucher, formazione e contributi per l’autoimpiego

L’articolo  17 del dl Coesione  reca disposizioni in materia di autoimpiego nei territori del  centro-nord Italia. In particolare, si prevedono finanziamenti a fondo perduto per l’avvio di  :

  •  attività di lavoro autonomo, imprenditoriali e libero  professionali, in forma individuale o collettiva,
  •  non localizzate nei territori delle Regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria,  Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia,

che potranno essere avviate:

  1. in forma individuale  mediante apertura di partita IVA per la costituzione di  impresa individuale o per lo svolgimento di attività libero  professionale
  2. in forma collettiva  mediante costituzione di società  di persone o di capitali , cooperative o società tra professionisti.

 In particolare sono previsti :

  1.  servizi di formazione e di accompagnamento alla  progettazione  per l’avvio delle attività sopracitate , di concerto con le regioni interessate
  2. tutoraggio, finalizzato all’incremento delle competenze e al supporto dei  soggetti destinatari
  3. interventi di sostegno consistenti nella concessione di incentivi in favore dei  soggetti destinatari.

Dal punto vista economico,   gli aiuti consistono in  

  •   voucher di avvio   fino a 30mila euro non soggetto a rimborso, utilizzabile per l’acquisto di beni, strumenti e servizi per l’avvio delle attività,che arriva a 40 mila nel caso di acquisto di beni e servizi innovativi, tecnologici e digitali   nel rispetto della sostenibilità ambientale e del risparmio energetico, 
  • aiuti  per programmi di spesa di valore non superiore  a 120.000 euro, consistente in un contributo a fondo perduto fino al 65% dell’investimento per l’avvio delle attività.
  • aiuto per programmi di spesa oltre 120.000 euro e  fino a 200.000 euro, consistente in un contributo a fondo perduto fino al 60%  dell’investimento per l’avvio delle attività. 

Gli interventi di sostegno sono soggetti alle disposizioni  sugli aiuti  di Stato de minimis.

2) Destinatari delle misure

Sono destinatari dell’intervento  i giovani di età inferiore ai 35 anni, in possesso di uno dei seguenti requisiti:

  • ✓ in condizione di marginalità, di vulnerabilità sociale e di  discriminazione( ad es ex detenuti, immigrati,  soggetti in carico a servizi sociali)
  • ✓ inoccupati, inattivi e disoccupati, o
  • ✓ disoccupati destinatari delle misure del programma di politica attiva  Garanzia di occupabilità dei lavoratori GOL.  

Se le iniziative di cui sopra sono destinate

  • ai disoccupati iscritti al programma GOL beneficiari di Naspi,  tali soggetti  possono cumulare  i voucher  solo se hanno richiesto l’erogazione del trattamento di disoccupazione in unica soluzione, al fine di  utilizzarli come capitale d’avvio 
  • ai beneficiari del Supporto per la formazione e il lavoro, i contributi  sono compatibili  con l’indennità da essi percepita. 

 

3) Aiuti per l’autoimpiego: la gestione

Tali iniziative  dovranno essere oggetto di promozione nei  centri regionali per l’impiego e negli sportelli delle Camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura e gli sportelli regionali per le imprese .

I servizi di sostegno  previsti per l’avvio delle attivita saranno  gestiti dall’Ente per il Microcredito , Centri per l’Impiego e camere di Commercio mentre la gestione operativa delle domande è affidata a INVITALIA.

Saranno messe in collegamento le piattaforme degli enti gestori con le piattaforme rgionali e  con il Portale SIISL dal quale avranno accesso i nuovi imprenditori . Per l’avvio degli aiuti è necessario un decreto  interministeriale che dovrebbe essere emanato entro l’8 giugno 2024.

 
  //RESTIAMO IN CONTATTO  

Per approfondire

Se vuoi maggiori informazioni o vuoi una consulenza personalizzata compila il form e verrai contattato.

Compila il modulo di contatto con tutte le informazioni necessarie, saremo lieti di risponderti per fissare un incontro in presenza o online.

Iuraecon Advisors è uno studio professionale di Commercialisti ed Avvocati con sede ad Aversa e Napoli.
Svolgiamo attività di consulenza in materia legale, fiscale,
tributaria e commerciale.